Andrea Samaritani

Andrea Samaritani

Andrea Samaritani è nato a Cento di Ferrara nel 1962.
Artista dal 1985, si è espresso in diverse discipline: fotografia, giornalismo, grafica, pittura, regia video e location manager.
Collabora con le principali riviste dell’editoria italiana e europea, tra cui Bell’ItaliaDoveI Viaggi del Sole 24 oreIo DonnaIl VenerdìSetteLa RepubblicaLa StampaL’EspressoPanorama e Qui Touring.

Collabora con molti enti pubblici e aziende private tra cui Alinari di Firenze, Ausl città di BolognaIstituti Ortopedici Rizzoli di BolognaGenus Bononiae  Musei della città di BolognaUfficio Stampa della Regione Emilia-RomagnaAlma Mater Studiorium  Università di BolognaAmministrazioni Provinciali di Bologna e FerraraComuni di BolognaSan Pietro in Casale e Comacchio, Coop AdriaticaUnionCamere regionaleCamere di Commercio di Modena e di Ferrara.

Ha condotto diverse campagne fotografiche in Italia, per conto del Poligrafico dello Stato, del Touring Club Italiano, dell’ Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, per l’agenzia Ansa di Roma e per gliArchivi Alinari di Firenze.

Ha pubblicato più di 50 libri fotografici come autore e sue immagini sono contenute in più di 250 volumi di storia e di arte.
Con le sue fotografie sono stati realizzati più di cento manifesti e 400 copertine di riviste e libri.
Ha realizzato numerose campagne pubblicitarie.
Sue fotografie sono conservate in tantissimi archivi comunali, provinciali e regionali, sovrintendenze, editori, centri studi, e fondazioni culturali in tutta Italia.

Nella sua formazione sono da ricordare il corso di pittura di Salvatore Amelio frequentato presso la Scuola di Artigianato Artistico del Centopievese negli anni settanta, le attività culturali organizzate insieme a Don Franco Patruno presso l’Istituto di Cultura Casa G. Cini di Ferrara negli anni ottanta, le ricerche fotografiche sulla scultura del novecento per il Castello di Mesola diretto da Laura Gavioli, e la frequentazione dei fotografi Luca Gavagna, Marco Caselli e Mario Rebeschini.

Negli anni ottanta è stato uno dei soci fondatori del Centro Studi e Ricerche Fotografia & Territorio di Ferrara, coordinato da Roberto Roda, con il quale ha condotto diverse ricerche nell’ambito dell’antropologia visuale, in collaborazione con il Centro Etnografico Ferrarese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *