Marco Pellizzola

Marco Pellizzola

Nato a Cento (Fe) nel 1953, Marco Pellizzola  ha compiuto gli studi artistici a Bologna.
Dal 1974 al 1982, ha lavorato nello studio bolognese del pittore e cartellonista pubblicitario Sepo (Severo Pozzati), con il quale ha approfondito la propria formazione culturale e tecnica.
All’inizio degli anni Ottanta ha iniziato un’intensa attività artistica, che lo ha portato ad esporre in numerose mostre personali e collettive in Italia e in Europa.
Attualmente è titolare di cattedra di Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano.

Il suo lavoro si è caratterizzato per un’intensa attività di ricerca, dapprima in ambito prevalentemente segnico e pittorico, poi sviluppando una particolare attenzione per il disegno,inteso sia come elemento installativo che come forma espressiva autonoma.

Affascinato dall’approccio con il reale, l’artista parte dalla registrazione del visibile e delle persistenze visive della memoria, per approdare ad immagini di forte carattere evocativo e simbolico, lavorando su diversi cicli tematici: dalle scene di guerra alle periferie urbane, dalle archeologie industriali alle ferrovie, fino alla lunga serie di disegni ed installazioni ispirati all’idea delle vedute di viaggio e del rapporto con la natura, intesi come esperienza estetica ed interiore.

A quest’ultima poetica si legano le insolite installazioni con le tende– strutture mobili ispirate alle tende da campo militari, che di volta in volta vengono spostate nelle diverse sedi espositive, per creare una sorta di spazio autonomo e circoscritto all’interno del quale ospitare e mostrare i disegni.

L’interesse per l’esperienza visiva lo spinge a cercare sempre nuovi soggetti ed ambiti di attenzione, sia attraverso frequenti viaggi, sia nell’esplorare la dimensione del quotidiano domestico con lo sguardo attento del viaggiatore.

Collabora con poeti e scrittori in edizioni d’arte e cura mostre e iniziative artistiche e culturali.

Negli ultimi anni si interessa anche di progettazione di interventi ambientali in contesti urbani, come Il Giardino del Gigante a Cento (Fe) opera ambientale con grandi sculture vivibili e l’opera Porta Celeste, realizzata al Parco Nord di Milano. Attualmente è in fase di esecuzione un opera d’arte ambientale al Parc Gilson a La Louviere ( Belgio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *